SERVIZI ONLINE
Informati
 

News

 
torna a tutte le news
24 ott
2016

 

Inaugurazione Ponte di Alessandria,
prima accensione dell’impianto firmato da Enel Sole

Alessandria, 24 ottobre 2016 – Riflettori puntati per la prima accensione dell’impianto di illuminazione del ponte progettato da Richard Meier ad Alessandria, che si è tenuta sabato 22 ottobre alle ore 19.

Il progetto di illuminazione per il Ponte della Cittadella di Alessandria è stato curato e realizzato interamente da Enel Sole, la Società del Gruppo Enel che si occupa della progettazione, realizzazione e gestione degli impianti di Pubblica Illuminazione.

Guarda il video dell'evento

 

Il progetto illuminotecnico è stato sviluppato per esaltare le peculiarità architettoniche del ponte ed è pensato per seguirne il movimento valorizzando le linee dinamiche dell'architettura ideata da Richard Meier. Particolare attenzione è stata posta al contenimento dell'impatto visivo delle apparecchiature prevedendo l'assenza di pali o elementi verticali lungo il ponte per non alterare la percezione complessivo della struttura.

L’illuminazione del Ponte della Cittadella ha richiesto circa due anni di lavoro dalla progettazione alla realizzazione; il risultato finale è un impianto in grado di valorizzare la struttura architettonica ottenendo allo stesso tempo un importante risparmio energetico, con una riduzione dei costi di energia stimata intorno al 60 - 70% rispetto agli impianti di illuminazione tradizionali.

L’impianto d’illuminazione è stato realizzato con 94 proiettori a LED dall’elevata resa cromatica, con una temperatura di colore di 4000 Kelvin, pensati per fondersi armoniosamente coi materiali che costituiscono il ponte. I corpi illuminanti, caratterizzati da linee semplici e pulite, oltre ad essere regolabili in intensità sono dotati dell’innovativo sistema di gestione DALI (Digital Addressable Lighting Interface), un’interfaccia digitale di ultima generazione per il controllo e la programmazione dell’impianto di illuminazione. Attraverso la tecnologia Dali sarà possibile realizzare vere e proprie “scenografie di luce” programmando l’accensione dell’impianto in maniera flessibile e dinamica. Il sistema è inoltre predisposto per la gestione da remoto tramite dispositivi portatili quali Tablet o PC, grazie ad una “app” ideata appositamente.

La potenza media installata è di circa 35 Watt ad apparecchio, per una potenza complessiva dell’impianto di circa 5 KW ottenuta attraverso l’impiego di proiettori a LED con costi di manutenzione contenuti poiché le sorgenti utilizzate hanno una vita utile di circa 15 anni.